Sempre più persone utilizzano le cosiddette carte prepagate (o ricaricabili che dir si voglia), il cui meccanismo di funzionamento ricorda quello di un borsellino virtuale. In parole povere, è possibile ricaricare la carta con dei soldi ed utilizzarli quando e dove si vuole, senza dover utilizzare necessariamente il contante. Sono strumenti estremamente comodi da utilizzare e non presuppongono l’apertura di un conto corrente.

Cos’è una carta prepagata

Da un punto di vista tecnico, la carta prepagata è una carta abilitata ai pagamenti elettronici, con un numero proprio di 16 cifre (come le carte di credito per intenderci). Diversamente da quest’ultima però, alla carta in questione non è collegato un conto corrente bensì un deposito. Per quanto concerne le modalità di pagamento, la carta ricaricabile è sostanzialmente identica alla carta di credito, l’unica differenza sta nel fatto che, quando si utilizza una ricaricabile si attinge da un credito depositato, quando si utilizza una carta di credito invece, si utilizza un credito connesso al conto corrente. Questo significa che, nel caso in cui venga utilizzata una carta prepagata con un credito insufficiente per concludere la transazione, questa verrà respinta.

Chi può richiedere la carta prepagata

Per richiedere una carta prepagata non è necessario possedere particolari requisiti, non è necessaria nemmeno la maggiore età. Se hai intenzione di avere maggiori informazioni su queste carte, clicca al eseguente link  https://www.nexi.it/privati/offerta/carte-prepagate.html e scegli quella maggiormente in linea con le tue esigenze.

Le tipologie di carte prepagate

Oggigiorno esistono diverse tipologie di carte ricaricabili, ognuna con diverse caratteristiche. Tra le carte maggiormente utilizzate ci sono sicuramente le carte prepagate (cosiddette nominative). Si tratta di uno strumento estremamente versatile, ricaricabile sia mediante il conto corrente, sia mediante gli sportelli dell’istituto di credito che ha erogato la carta, oppure ancora, presso le ricevitorie autorizzate.

Carte prepagate usa e getta

Anche le carte usa e getta (conosciute anche come carte al portatore) sono molto utilizzate. In poche parole, si tratta di carte contenenti, già nel momento dell’acquisto, un credito limitato utilizzabile fino all’esaurimento. Molto spesso si tratta di carte regalo vincolate all’acquisto di un bene o servizio presso il soggetto che ha emesso la stessa carta ad esempio librerie, supermercati, negozi di tecnologia, di abbigliamento ecc.

Carte prepagate con iban

Diverse ancora dalle tipologie di carte poc’anzi richiamate sono le cosiddette carte prepagate con codice iban (conosciute anche come carte conto). La particolarità di queste carte è che offrono i medesimi servizi (almeno quelli principali) di un classico conto corrente. Tali carte, infatti, sono munite di codice iban, permettono di accedere ai cosiddetti servizi di internet banking e moltissimo altro ancora con costi di gestione molto bassi.

I vantaggi che derivano dall’utilizzo delle carte prepagate

Sono diversi i vantaggi che derivano dall’utilizzo di queste particolari carte, in primis la maggiore sicurezza. In caso di smarrimento, infatti, i possibili danni sono sicuramente inferiori rispetto a chi smarrisce una carta di credito connessa al proprio conto corrente. Inoltre, è piuttosto semplice gestire queste particolari carte che, come anticipato, possono avere le medesime funzioni delle carte abbinate al conto corrente ma ad un

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.