Coronavirus. Mancano distanze di sicurezze, chiuso il mercato ortofrutticolo di Melito

Misure drastiche a Melito per contenere la diffusione del Coronavirus. Il sindaco di Melito Antonio Amente ha, infatti, disposto la chiusura del mercato ortofrutticolo fino al prossimo 3 aprile. Una misura a scopo precauzionale, visto che negli ultimi giorni era stata riscontrata l’impossibilità di evitare assembramenti e mantenere le misure minime di sicurezza.

L’annuncio, dell’avvenuta pubblicazione dell’ordinanza sindacale n. 28, è stato dato dal prio cittadino sulla propria pagina Facebook nel primo pomeriggio.

Di seguito il post pubblicato da Amente sulla chiusura del mercato ortofrutticolo

 

Alla luce degli ultimi provvedimenti del Governo, ritengo che per dare un forte freno a questa emergenza ci sia bisogno di provvedimenti coraggiosi e, purtroppo, anche impopolari.

C’è bisogno di bloccare con ogni mezzo il contagio e per farlo sono pronto ad utilizzare tutti gli strumenti in mio possesso.

Ci sono ancora troppe persone che non rispettano le disposizioni e attività dove risulta praticamente impossibile mantenere le distanze di sicurezza e le disposizioni in materia di Covid-19.

Alla luce di ciò, per evitare assembramenti e tutelare la saluta dei miei concittadini e degli stesso operatori, ho.I deciso di chiudere il mercato ortofrutticolo fino al 3 aprile.

Una scelta dolorosa e coraggiosa, che ritengo, in questo momento di emergenza, indispensabile.

Con ogni probabilità arriveranno nella prossima settimana nuove e più restrittive disposizioni dal Comune, perché sono disposto a tutto pur di tutelare la salute dei miei concittadini.

#restateacasa

#andràtuttobene

 

 

 

 

Ci sono ancora troppe persone che non rispettano le disposizioni e attività dove risulta praticamente impossibile mantenere le distanze di sicurezza e le disposizioni in materia di Covid-19.

Alla luce di ciò, per evitare assembramenti e tutelare la saluta dei miei concittadini e degli stesso operatori, ho.I deciso di chiudere il mercato ortofrutticolo fino al 3 aprile.

Una scelta dolorosa e coraggiosa, che ritengo, in questo momento di emergenza, indispensabile.

Con ogni probabilità arriveranno nella prossima settimana nuove e più restrittive disposizioni dal Comun. Perché sono disposto a tutto pur di tutelare la salute dei miei concittadini.