Colpito da un malore sul pullman a Napoli, salvato dal dipendente della Ctp

Ha soccorso un pendolare che ha appena accusato un malore sul bus, evitando quella che poteva essere una nuova tragedia estiva. Protagonista del miracolo salvataggio Vincenzo Milo, dipendente della società di trasporto pubblico Ctp che serve l’area metropolitana di Napoli. Poco prima delle 7.30 di questa mattina Milo si trovava sulla linea Ctp A37 Acerra-Napoli per verificare che i passeggeri fossero muniti di regolare biglietto e vendere i ticket di viaggio a chi ne fosse sprovvisto.

All’altezza del Ponte di Casanova, quindi già sul territorio di Napoli, il dipendente della Ctp ha accolto la richiesta d’aiuto di un anziano, colto da malore forse per l’eccessivo caldo. La situazione è apparsa subito seria, con l’anziano ritrovatosi in posiziona supina dopo aver perso conoscenza. Sembrava che per lui non ci fosse più nulla da fare, con gli altri presenti sul bus, che nel frattempo aveva interrotto la corsa, timorosi di un drammatico epilogo della vicenda. Ed invece, poco dopo, la buona notizia.

In attesa dell’arrivo dell’ambulanza del 118 da egli stesso chiamata, Vincenzo Milo ha inumidito le labbra dell’uomo per fargli riprendere conoscenza. «Porto sempre una bottiglia d’acqua con me durante il turno ed in questo caso è servita ad aiutare l’anziano in difficoltà» spiegherà il dipendente Ctp.

La scelta si è rivelata azzeccata: l’anziano pian piano ha ripreso conoscenza aprendo gli occhi e recuperando colorito. Sul posto oltre ai sanitari giunti per curare l’anziano, è giunta anche una voltante della polizia che darà poi il via libera alla ripresa della corsa. «Ringrazio il 118 e gli agenti intervenuti tempestivamente, il tutto si è risolto per il meglio», l’ulteriore commento del dipendente la cui solerzia e sangue freddo ha salvato la vita di una persona.