Spari contro casa del parroco a Cardito, lo sfogo: “Qui viviamo all’inferno”

Stamattina sono stati esplosi 5 colpi di pistola contro la facciata dell’appartamento di Don Vittorio Egione. La denuncia è stata diffusa dal parroco di Frattamaggiore attraverso un post su Facebook correlato da foto. Sul caso indaga la polizia di Afragola.Alcuni colpi di pistola sono stati esplosi nella mattinata di oggi a Cardito, in provincia di Napoli, ed hanno raggiunto la finestra dell’abitazione di un sacerdote che è parroco in un altro Comune della provincia di Napoli. Sul posto sono giunti gli agenti del commissariato di Afragola e quelli della polizia che stanno eseguendo i rilievi del caso e per stabilire chi fosse il reale bersaglio. Non ci sono feriti.

“Cinque colpi di pistola questa mattina alle 11, davanti la facciata del mio appartamento, di cui uno è penetrato nello studio dove preparavo l’adorazione di questa sera, e solo per pura casualità non mi ha colpito. La mia prima domanda è stata perché? All’ispettore di polizia, che mi ha chiesto se avessi dato fastidio a qualcuno, mi è venuto da sorridere: faccio il prete – gli ho risposto- non l’agitatore politico. – ha scritto il parroco della Parrocchia Maria Ss.ma del Carmine – Ma la domanda vera me la pongo adesso. Ma a quale livello di barbarie ancora bisogna scendere, prima di arrivare alla conclusione che questo nostro territorio, oramai, è qualcosa di più della “terra dei fuochi”; è diventato un girone dell’inferno, al rovescio, in cui sono i giusti che scontano i peccati dei malvagi. Signore, abbi pietà di noi!”