Dramma in aeroporto, uomo trovato morto nel parcheggio: mani e piedi legati da un filo di ferro

Choc all’aeroporto di Linate. Un uomo è stato ritrovato morto nel parcheggio P2 con mani e piedi legate da un filo di ferro.
Si tratta di un senzatetto italiano di 42 anni da tutti conosciuto come “il sassofonista”, perché abituato a portare sempre con sè lo strumento. Sul posto la polizia.

L’aeroporto di Linate è al momento chiuso per i lavori di rifacimento della pista. L’apertura è prevista per il prossimo venerdì. La vittima potrebbe aver approfittato della chiusura dello scalo per passare la notte all’interno del parcheggio in cui è stato ritrovato cadavere.

Il corpo è stato ritrovato stamattina attorno alle 11 nel retro del parcheggio, una zona abbastanza isolata che confina con l’idroscalo e la frazione di Novegro. A quanto pare era morto da diverse ore.