elena ibiza omicidio suicidio incidente
Elena Livigni Gimenez s

Le parole delle amiche di Elena Livigni Gimenez sembrano respingere l’ipotesi di un suicidio. Come riporta il Corriere della Sera anzi è ritenuto assai improbabile poichè fanno riferimento ad una ragazza solare e responsabile. Il Cuerpo nacional de Policia indaga sulla morte della 21enne con doppia cittadinanza italiana e spagnola. La ragazza è precipitata dal quarto piano dell’hotel Torre del mar di Ibiza nella notte tra mercoledì e giovedì, alle 4.30, poi seguita dallo stesso ragazzo.

L’INTERVISTA ALLA MAMMA DI ELENA

Il Corriere, dopo aver parlato con la mamma, la docente universitaria Maria del Carmen Gimenez Roman, introduce un terzo scenario: quello dell’incidente. Elena sarebbe caduta dal balcone per motivi ignoti e il fidanzato si è lanciato nel vuoto.

La madre parla sulla base della ricostruzione relativa agli ultimi mesi e agli ultimi minuti di Elena: “Nel primo pomeriggio di mercoledì, mi arriva sul cellulare un messaggio: “Siamo atterrati!”. Ed è un messaggio di gioia, carico di felici aspettative, dello splendido entusiasmo della gioventù”. Verso le 16, un secondo messaggio, con la localizzazione di Google maps, comunica l’indirizzo dell’albergo sull’isola spagnola.

LA TESTIMONIANZA DELL’AMICA E LE FOTO ALLA MADRE

Intorno alle 3, sempre al telefono, un’amica comunica con Elena. “Le ha raccontato che erano in terrazzo a chiacchierare e rilassarsi… Che si stava benissimo, con un bicchiere, un po’ di vento e la musica di sottofondo“.

Ibiza non era una geografia casuale per Elena: “Avrebbe dovuto andarci l’anno scorso con le amiche, ma era saltato tutto per la pandemia. Invece, adesso che aveva terminato la prima sessione di esami, con il fidanzato si era concessa tre giorni di regalo e un po’ di riposo… Mi ripeteva via Skype che con Kamil era felice, voleva assolutamente che andassi a Barcellona per presentarmelo. Si erano fidanzati a febbraio. Grazie a lui, alla sua presenza, la cupezza dei lockdown era ormai un lontano ricordo“. A fine maggio Elena aveva inviato alla mamma due fotografie del ragazzo. Con una didascalia: “Il migliore che mi potesse mai capitare, mi vuole moltissimo bene“.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.