Strage Ancona, la straziante letterina delle figlie di Eleonora: «Manchi tanto…»

Una delle vittime della strage di Ancona è Eleonora Girolimini, la madre morta dopo aver aver accompagnato la figlia al concerto di Sfera Ebbasta a Corinaldo. La donna ha lasciato quattro figli, era la figlia di un noto ristoratore della città ed era conosciuta a Senigallia, dove viveva la famiglia. A ricordarla, a distanza di 3 giorni, sono il marito e le figlie. Queste ultime hanno scritto un bigliettino d’addio alla loro madre che, stando al racconto del marito di Eleonora, Paolo Curi «Hanno chiesto di metterlo nella bara, perché così la madre lo leggerà per sempre».

Il bigliettino d’addio: «Cara mamma…»

«Cara mamma mi dispiace che sei morta…». Questo è quanto scritto dalle figlie di Eleonora e Paolo che, al Corriere della Serasi fa forza. «Devo essere forte. Ho quattro bambini piccolo che hanno bisogno di me, non posso stare qui a piangere tutto il giorno». Questa una delle frasi di Paolo: un uomo distrutto dal dolore ma che guarda ancora avanti, spinto dall’amore per sua moglie Eleonora, la moglie che è morto, e soprattutto dall’amore di tutto ciò che gli resta, tra cui i suoi piccoli bambini.