Maria De Filippi, la lettera commovente ad Emma Marrone dopo il triste annuncio: «Non aver paura»

Emma Marrone e Maria De Filippi

Emma Marrone si è fermata. La cantante ex vincitrice di Amici ha comunicato sui social un periodo di pausa dalla musica, preso a causa di un problema di salute. La reazione dei fan non si è fatta certamente attendere, come neanche quella dei colleghi che tutti insieme hanno espresso la propria vicinanza all’artista. Il messaggio più toccante, però, è giunto proprio da chi l’ha accompagnata sul panorama della musica italiana: Maria De Filippi.

La lettera di Maria De Filippi

«Cara Emma, immagino che quello che sto scrivendo tu lo sappia già. Lo sai perché sono passati 10 anni da quando hai cantato davanti a me una canzone della Nannini e da allora non ci siamo mai perse. Il bene non si perde, i sentimenti se sono veri vivono e sopravvivono anche se non ci si vede quotidianamente. Ci sei, ci sei stata e so che ci sarai sempre nella mia vita, me lo hai dimostrato ogni volta che avevo bisogno di te e ti chiamavo».

Poi arriva il finale, quello che ha commosso tutti i fan: «So che lo sai ma ripeterlo non è mai abbastanza e, come diceva mia madre “verba volant scripta manent”, io se tu vorrai nella tua vita ci sarò sempre. Ti voglio un bene dell’anima davvero, non avere mai paura di nulla perché sei fortissima. Maria».

L’annuncio

“Succede. Succede e basta. Questo non era proprio il momento giusto, ma in certi casi nessun momento lo sarebbe stato. Da lunedì mi devo fermare per affrontare un problema di salute. Ve lo dico personalmente per rassicurarvi e per non creare allarmismi inutili. Per questo motivo non sarò presente a Malta per il concerto di @radioitalia che ringrazio per l’immediata comprensione”. – ha scritto Emma Marrone. “Inutile dirvi l’immenso dispiacere che provo per tutti quei ragazzi che hanno speso dei soldi in voli aerei e alberghi per venire fino a Malta per sostenermi: Non avete idea di quanto mi sarebbe piaciuto essere su quel palco e cantare per tutti voi. Vi prometto che tornerò più forte di prima! Ci sono troppe cose belle da vivere insieme. Adesso chiudo i conti una volta per tutte con questa storia e poi torno da voi. Grazie e state sereni davvero… Andrà tutto bene! Emma”.

Emma Marrone, dal tumore alle ovaie alla lotta contro il cancro

Emma Marrone dal cuore d’oro: canterà in ospedale anche per il figlio di Elena Santarelli. La cantante, infatti, ha deciso che si esibirà nel reparto di neuro-oncologia pediatrica al Bambin Gesù.

La cantante è sempre molto sensibile al tema della lotta al cancro avendo lei combattuto in prima persona la malattia.

LA STORIA

Emma Marrone, tempo fa alla vigilia della nona edizione del talent show Amici che poi avrebbe vinto, le diagnosticarono un tumore. “La neoplasia mi aveva preso utero e ovaie. Avevo fatto la Tac e la risonanza magnetica”, raccontò Emma.  Anche la ricerca dei marker nel sangue confermava la presenza di cellule tumorali. A quel punto non potevo più sfuggire». Seduta nel backstage di uno dei concerti che sta portando in tour per l’Italia, Emma ha trasformato la malattia sconfitta in una campagna di prevenzione assieme alla Fondazione Ant di Bologna.

Emma Marrone ne aveva 25 quando la malattia ha bussato alla sua porta. Il male fu preceduto da avvisaglie di stanchezza prolungata e perdita di peso che mamma Maria e papà Rosario attribuivano alla sua vita stressata. Anche prima di andare a fare la visita avevo parlato con mia mamma e le avevo detto. Preparati perché non ne verrà niente di buono, lo so. Me lo sentivo dentro».

A chiamare i colleghi del Policlinico Umberto I a Roma per farla operare d’urgenza è stato il ginecologo stesso, amico di famiglia. L’intervento è durato sette ore. Fortunatamente non c’è stato nemmeno bisogno di fare radio o chemioterapia. Dopo l’intervento ho fatto di nuovo gli esami ed era sparito tutto. La salentina è stata infatti operata ben due volte per il tumore, nel 2009 e nel 2014.

 Anche sua madre è stata malata di tumore

La madre di Emma Marrone, la signora Maria, ha avuto a 25 anni un cancro ai linfonodi. È stata aiutata dal marito, il signor Rosario, nonostante non fossero ancora sposati all’epoca. Con la chemioterapia e le varie cure la donna è riuscita a guarire, a sposarsi e ad avere due figli.