Rigore non concesso al Napoli, l’inconsueta decisione di Gattuso a Sky

Non l’ha presa per nulla bene Rino Gattuso la mancata concessione del calcio di rigore su Milik, che ha di fatto condizionato il risultato. L’allenatore del Napoli ha deciso di non rispondere ai microfoni di Sky alle domande sul rigore negato agli azzurri dall’arbitro Giua.

Ringhio, prima di abbandonare la postazione, ha detto che ne parlerà il direttore Giuntoli, aggiungendo però che se c’è il Var bisogna consultarlo, altrimenti diventa inutile.

L’episodio che ha fatto arrabbiare Gattuso

Sul risultato di 2-1 il Napoli di Gattuso ha a lungo protestato per un rigore non concesso per un presunto fallo di Donati su Milik. Al minuto 73 l’arbitro ha deciso di non concedere la massima punizione per gli azzurri, ammonendo il polacco per simulazione.

 

Il lungo consulto con il Var

Neanche dopo un lungo consulto al Var, Giua è tornato sulle sue posizioni. Confermando il giallo per Milik e non concedendo il rigore al Napoli che sarebbe valso il 2-2 ed un finale di fuoco al San Paolo.

La moviola: aveva ragione Gattuso, era rigore

Un errore gravissimo quello del giovane arbitro, visto che dalle immagini è evidente il tocco del difensore del Lecce sulla gamba sinistra dell’attaccante di Gattuso. La moviola, infatti non lascerebbe dubbi. Tanti dubbi invece sulla decisione di Giua di non andare a vedere l’azione alla maviola, nonostante il collega al Var avesse segnalato l’anomalia.