Giugliano. “Palesi irregolarità, il bando dei buoni spesa va ritirato”, la richiesta della minoranza

Chiesto il ritiro del bando dei buoni spesa
Chiesto il ritiro del bando dei buoni spesa
“Ritirare il bando dei “Buoni Spesa”. Questa la richiesta che viene fatta dai consiglieri comunali di minoranza A. Poziello, Sequino L., Sestile C., L. Poziello, 
Porcelli L., Iovinella F. e Conte P.,alla Segretaria Generale prot. 8199 del 21.01.2021. Gli esponenti dell’opposizione hanno chiesto “l’annullamento in autotutela del  bando concernente l’erogazione buoni spesa per i nuclei familiari in condizioni di  bisogno a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid 19″. 
Nel mirino le dichiarazioni rilasciate Presidente del Consiglio, Adriano Castaldo, in data 18/01/2021 durante un’intervista trasmessa dal TG CLUB – “Dove sono potuti intervenire gli uffici a sanare magari delle cose,  sono state anche sanate perché è capitato pure che qualcuno, che ne so, nel nucleo  familiare ha omesso di mettere un figlio, allora quando hanno fatto il riscontro con  il software con il Comune ce l’hanno inserito loro, quindi queste…Però, il problema  si è posto su alcune questioni che si ritenevano ovviamente in questo momento di  difficile…” 
Sottolineano i consiglieri di opposizione: “Visto che tra motivi di esclusione viene 
proprio sancito quello relativo al “Nucleo familiare dichiarato nella sezione dati 
informativi difforme dallo stato di famiglia”, considerato che le dichiarazioni del 
Presidente del Consiglio evidenziano una palese irregolarità e forte discriminazione 
adottata dall’Amministrazione nell’adozione dei criteri di ammissione ed esclusione 
delle istanze depositate a danno dei cittadini giuglianesi, chiediamo di annullare in 
autotutela il presente bando e di aprirne uno nuovo, questa volta, con la massima 
chiarezza e trasparenza possibile”.