«I Mazzarella prendono le estorsioni fino ai francesi», è caccia all’Uomo nero

Estorsioni e paura. E’ questo il marchio di fabbrica del clan Mazzarella sul territorio di San Giovanni a Teduccio come riportato nell’ultima ordinanza di custodia cautelare che ha disarticolato la ‘cabina di regia’ del clan retto da Francesco Mazzarella ‘o parente e poi da Salvatore Fido. Tra i collaboratori di giustizia che hanno aiutato gli inquirenti a far luce sulla rete delle estorsioni nella periferia orientale c’è Claudio Esposito, ex affiliato ai Formicola, gruppo storicamente alleato dei Mazzarella almeno fino agli ultimi anni nel corso dei quali, come anticipato, si e assistito ad un mutamento degli equilibri tra le varie organizzazioni criminali. Adesso è caccia aperta a U.L. il famigerato ‘Uomo nero’ che fino a qualche mese fa è stato alle dirette dipendenze di Fido.