Emergono altri particolare sull’accoltellamento di Joseph Capiriati. Stando alla ricostruzione degli agenti, infatti, prima di essere ferito Joseph Capriati avrebbe colpito il padre con un pugno al volto e il fratello col portavasi. Poi, nel tentativo di dividere i due fratelli, il padre ha preso il coltello ferendo il figlio. È stato lo stesso Pietro, papà dei 2 fratelli, a confessare ai poliziotti di aver usato “l’arma” contro il figlio.

La notizia

Joseph Capriati, dj produttore noto a livello internazionale 33enne, è stato accoltellato dal padre. Il giovane attualmente è in pericolo di vita all’ospedale di Caserta, mentre il padre – 51 anni, incensurato – è finito in manette per tentato omicidio. Per quest’ultimo è scattato il trasporto in carcere.

Secondo le indagini della polizia, il ferimento di Joseph Capriati è avvenuto a seguito di una lite, che ha coinvolto il ragazzo ed alcuni familiari, tra cui il padre, che ha impugnato un coltello da cucina e l’ha colpito al torace. I poliziotti hanno trovato e sequestrato l’arma. Il dj vive in Spagna – scrive Repubblica – ma a causa del blocco Covid era ritornato nella sua casa a Caserta.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.