La camorra torna a sparare nel Napoletano, nuovo agguato contro ‘O Cafone’

agguato rione

Gaetano Caputo è stato colpito da due sicari che viaggiavano a bordo di uno scooter. Nel tardo pomeriggio di oggi il 23enne è stato raggiunto da 3 colpi di pistola, mentre viaggiava bordo della sua auto in via Matilde Serao a Cercola. Uno dei proiettili ha raggiunto l’anca di Gaetano. Il ragazzo, già noto alle forze dell’ordine, è ricoverato all’ospedale: non è in pericolo di vita. Sull’accaduto indaga la Polizia di Stato. 

IL PRECEDENTE

Il 13 luglio del 2014 Caputo fu ferito in un agguato condotto dal clan D’Amico contro i De Micco. Il 23enne, secondo le ultime informative di polizia, farebbe parte della costola dei ‘Bodo’ da tempo attiva tra Cercola e Volla. 

Il giovane appartiene al gruppo del rione Caravita di Cercola, che in passato era vicino a Fabio Riccardi dei De Micco. Proprio per i suoi rapporti indiretti con i “Bodo” , “’o cafone”, fu ferito ad un gluteo nel corso di un’azione di fuoco nella cittadina vesuviana. A ricostruire l’episodio è stato il pentito Gaetano Lauria.