24.3 C
Napoli
mercoledì, Luglio 24, 2024
PUBBLICITÀ

Disastro di Caivano, l’avvertimento: «Lavate bene i prodotti agricoli, inoltre…»

PUBBLICITÀ

Continua l’opera di spegnimento dell’incendio sviluppatosi nel primo pomeriggio in una ditta di stoccaggio e smaltimento di rifiuti provenienti da raccolta differenziata nella zona industriale di Pascarola, a Caivano (Napoli). In fumo un ingente quantitativo di carta e plastica da imballaggio. Un operaio cingalese è rimasto intossicato.
Trasportato all’ospedale di Frattamaggiore, non è in pericolo di vita. Le fiamme non sono ancora state domate del tutto, ci vorranno probabilmente giorni per farlo, e una densa colonna di fumo, visibile anche da alcune zone di Napoli, continua ad alzarsi.
I vigili del fuoco sono all’opera per evitare che altra plastica venga a contatto con le fiamme peggiorando la situazione. Sul posto anche carabinieri e personale dell’Arpac. Da Napoli in arrivo altre squadre dei vigili del fuoco. L’incendio, divampato intorno alle 13,30, si è sviluppato all’interno della fabbrica, in particolare nell’area in cui vengono stoccati quelli di plastica.

La colonna di fumo è visibile nei Comuni della provincia di Napoli e Caserta. Sono stati isolati i rifiuti che rischiavano di bruciare. L’area è controllata, però si attende che le incendio venga domato per capirne le cause.

PUBBLICITÀ

Un incendio che ha generato una nube tossica percepibile a chilometri di distanza, e che potrebbe aver disperso nell’area amianto, diossine e altri agenti tossici e patogeni. Con un potenziale impatto sulla salute da non sottovalutare, soprattutto sul lungo periodo. L’ASL NAPOLI 2 NORD ha invitato all’allerta vari comuni (Caivano, Cardito, Crispano, Afragola, Frattamaggiore, Acerra, Marcianise ed Orta di Atella)

Nel quale si rende obbligatorio:

lavare in modo efficace i prodotti agricoli, agli ospedali di chiudere impianti di climatizzazione, ai responsabili dei mercati ortofrutticoli di invitare gli acquirenti a lavare bene i prodotti e si consiglia alla popolazione di uscire il meno possibile e tenere chiuse se possibile porte e finestre. La coltre di fumo era visibile da km di distanza ed ha invaso vari comuni limitrofi. Bisogna evitare di avvicinare al perimetro.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Dries Mertens cuore partenopeo: “Quando smetterò di giocare verrò ad abitare a Napoli per sempre”

Dries, Ciro, Mertens torna a parlare di Napoli e lo fa in una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport....

Nella stessa categoria

PUBBLICITÀ