Liberato resta un mistero. Non ha svelato la sua identità il rapper senza volto che si è esibito sul lungomare di Napoli dinanzi a migliaia di fans assiepati nella zona della Rotonda Diaz sin dal pomeriggio per assistere al primo concerto live dell’artista misterioso. La capienza dell’area delimitata era di seimila persone ma almeno altri diecimila spettatori, in molti anche giunti da fuori regione, hanno assistito al concerto dall’esterno. Molti e stringenti i controlli per accedere alla zona del concerto. Arrivato attorno alle 20,30 su una barca, affiancato da sei ‘sosia’ dall’identica felpa, avvolto da fumi azzurri, l’artista è poi salito dal lato destro palco. Tanti i fans arrampicati sugli scogli per vederlo da vicino e per qualcuno c’è stato anche un tuffo fuori programma. Sempre schermato da luci e fumi, incappucciato e con fazzoletto sul volto, Liberato si è esibito per poco più di trenta minuti tra l’entusiasmo del pubblico. Non è mancato un omaggio a Pino Daniele con un accenno a’Quando chiove.

IL FERIMENTO

Non solo gioia e golardia al concerto di Liberato sul Lungomare. Una ragazza che era salita sugli scogli presumibilmente per raggiungere una visuale migliore del palco del concerto è caduta sugli scogli che da piazza Vittoria danno sul mare. La giovane, tempestivamente soccorsa dagli operatori del presidio della Croce Rossa presente sul posto, avrebbe portato una lieve lesione al piede sinistro.

CAOS IN METROPOLITANA

Caos e momenti di tensione alla stazione della Metropolitana di piazza Amedeo a Napoli. Una folla di giovani, provenienti dal concerto di Liberato sul lungomare, ha preso d’assalto i treni, sia quelli metropolitani che quelli diretti a Salerno. Paralizzata la stazione, è intervenuta la polizia per mettere ordine. Alla fine una cinquantina di ragazzi è stata fatta scendere. Il bilancio è stato il ritardo su un paio di corse.

I CONTROLLI

Quattro ragazzi feriti sugli scogli del lungomare Caracciolo, 5 parcheggiatori abusivi sanzionati ed oltre 110 verbali elevati ai veicoli in sosta vietata e lungo le vie di fuga tra la rotonda Diaz ed il viale Dohrn. Questi i numeri registrati al termine del concerto del misterioso Liberato che ieri sera, si è esibito davanti a 20.000 persone accorse da ogni parte della città e del paese, all’altezza della rotonda Diaz.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.