Lite per una partita di droga, sequestrano tre giovani e li torturano con la roulette russa

Hanno sequestrato e costretto a subire una ‘roulette russa‘ tre giovani (due 18enni e un 17enne), puntandogli una calibro 38 carica alla testa e premendo il grilletto fortunatamente senza che l’arma sparasse. Per questo tre spacciatori italiani di 25, 24 e 21 anni, sono stati arrestati dai carabinieri.

Anche le vittime della follia sono pusher. Erano accusati di aver fatto sparire una partita di droga affidata ad uno di loro, sabato sera in un box di Mezzago (Monza). Due degli spacciatori che hanno subito il macabro ‘gioco’ all’insaputa del terzo avevano rubato alcune decine di dosi di marijuana per rivenderla a un quarto giovane (poi rintracciato ed arrestato dai carabinieri per detenzione di droga). A casa dei sequestratori, tutti portati in carcere a Monza, i carabinieri hanno trovato e sequestrato in totale 5 kg di hashish e 1 kg di marijuana, 60 proiettili calibro 38 e oltre 10 mila euro in contanti.