In Germania il Bund e i Laender hanno deciso il lockdown più duro a partire dal 16 dicembre. Lo ha spiegato Angela Merkel, in conferenza stampa, confermando che il commercio al dettaglio sarà fermato dal 16 dicembre al 10 gennaio.

La Germania rischia di diventare, nella pandemia«il caso in Europa», «per questo bisogna agire». Lo ha detto il presidente della Baviera Markus Soeder, in conferenza stampa a Berlino, dopo l’incontro fra i presidenti delle regioni e Angela Merkel. «Stamattina non ci sono state lunghe trattative sui dettagli, perché oggi la situazione è diversa. Il coronavirus è fuori controllo». La pandemia «è una catastrofe», ha aggiunto, che sta provocando la più grande crisi da 50 anni a questa parte.

Per le categorie colpite dal lockdown, nel contesto degli «aiuti ponte» del terzo pacchetto, il contributo massimo accessibile alle imprese sarà alzato da 200 mila a 500 mila euro. Lo ha annunciato il ministro delle Finanze tedesco Olaf Scholz, in conferenza stampa dopo l’incontro fra Stato e Regioni sulle misure per il Covid. «Dall’inizio della pandemia non abbiamo mai lasciato sole le nostre imprese», ha detto Scholz.

Scuole e negozi

Secondo la bozza, scrive la Dpa, da mercoledì si dovranno chiudere tutti i negozi – con esclusione di alimentari e drogherie – e l’obbligo di presenza a scuola sarà sollevato. I bambini dovranno accedere il più possibile alle lezioni digitali. Le nuove misure dovrebbero valere fino al 10 gennaio 2021.

Il progetto di piano propone che gli Stati consentano tra il 24 e il 26 dicembre «incontri con cinque persone più i bambini di età pari o inferiore a 14 anni nell’immediata cerchia familiare». Domenica, l’RKI (il Robert Koch-Institut, equivalente del nostro Istituto superiore di Sanità) ha segnalato 20.200 nuovi casi, portando il numero totale di infezioni confermate dalla pandemia fino ad ora a 1.320.716. Il bilancio delle vittime è aumentato di 321 per raggiungere 21.787.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.