Metropolitana di Napoli, si va verso la ripresa delle corse: autorizzata la liberazione dei binari

Immagine di repertorio

– La magistratura ha autorizzato Anm a liberare il tratto di binari dove è avvenuto stamattina l’incidente della Linea 1 del Metro’ di Napoli.
L’ azienda napoletana mobilità informa di essersi già attivata per liberare i binari e riprendere il sevizio.
Sono sotto sequestro per le indagini 4 udt (unità di trazione), che compongono i due treni. Al momento quindi, senza le 4 udt sequestrate e con un terzo treno danneggiato, i convogli a disposizione per il servizio sarebbero 6.
Anm afferma che “sta mettendo in campo tutte le azioni necessarie a far ripartire al più presto la circolazione, pur se con qualche limitazione legata al numero dei treni e alle condizioni dello snodo di Piscinola”.

Il bilancio dei feriti

L’Asl Napoli 1 ha diffuso il bilancio definitivo dell’incidente della linea 1 della Metropolitana: 16 feriti in tutto tra ricoveri in ospedale e soccorsi sul posto. Intanto la Magistratura è già a lavoro per individuare le cause e la dinamica dell’incidente. Non appena l’azienda riceverà i necessari nulla osta sarà ripristinato quanto prima il servizio sulla linea 1 che nel frattempo viene sopperito dal potenziamento del servizio sostitutivo dei bus”. Due al momento le ipotesi. L’attività investigativa, coordinata dalla Procura di Napoli, è finalizzata all’individuazione delle cause di quanto successo, se si è trattato di un errore umano o se si è verificato un guasto nel sistema che regola la circolazione dei convogli.