Mamma morta dopo un intervento alla tiroide: verità per Consiglia

La Procura di Napoli ha iscritto nel registro degli indagati otto persone per la morte di Consiglia Benducci, la mamma 40enne di Torre del Greco morta all’Ospedale del Mare di Ponticelli. A riportarlo è il quotidiano Il Mattino. La donna era arrivata nella struttura ospedaliera il 18 maggio con una grave crisi respiratoria. Soccorsa in codice rosso, Consiglia è deceduta il giorno dopo per motivi ancora da accertare.

Gli inquirenti ipotizzano la responsabilità colposa per morte o lesioni personali in ambinto sanitario. La donna, secondo quanto riferiscono i familiari, iniziò ad avvertire dei malori poco dopo un intervento chirurgico alla tiroide in una struttura sanitaria del Vesuviano. I familiari chiedono maggiore chiarezza sulla morte di Consiglia Benducci. I parenti della donna si sono rivolti ad un avvocato e hanno sporto denuncia. Il decesso è avvenuto venti giorni dopo un intervento alla tiroide in una clinica dell’area vesuviana, lo scorso 29 aprile. Le condizioni di salute della quarantenne sono progressivamente peggiorate.

Nei giorni scorsi gli investigatori hanno ascoltato i familiari della donna (alcuni, come la madre, anche più volte) e il medico curante, tutti come persone informate dei fatti. Acquisiti, dopo la cartella clinica, anche tutta la documentazione relativa agli esami ai quali Consiglia Benducci venne sottoposta dopo l’intervento chirurgico. Il legale dei parenti della vittima, l’avvocato Marialaura Masi, ha presentato una denuncia dopo l’acquisizione della cartella clinica da parte della polizia giudiziaria.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.