19.1 C
Napoli
sabato, Ottobre 1, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Giovane mamma muore dopo un intervento, la Procura di Napoli indaga sulla morte di Consiglia


La Procura di Napoli indaga sulla morte della 40enne Consiglia Benducci di Torre del Greco, avvenuta lo scorso 19 maggio. Secondo quanto raccontato, le condizioni di salute di Consiglia Benducci sarebbero peggiorate in seguito ad un’operazione alla tiroide, alla quale si era sottoposta venti giorni prima della morte. La donna godeva di una buona salute. Inizialmente si era pensato al Covid, ma non è stato così. I familiari hanno sporto denuncia.

La denuncia dei familiari di Consiglia Benducci

I familiari chiedono maggiore chiarezza sulla morte di Consiglia Benducci. I parenti della donna si sono rivolti ad un avvocato e hanno sporto denuncia. Il decesso è avvenuto venti giorni dopo un intervento alla tiroide in una clinica dell’area vesuviana, lo scorso 29 aprile. Le condizioni di salute della quarantenne sono progressivamente peggiorate. Ora spetta alla Polizia di Stato che ha acquisito le cartelle cliniche della donna, e alla Procura di Napoli, che ha aperto un fascicolo contro ignoti, fare chiarezza sulla vicenda.

Il decesso della donna

”Consiglia Benducci godeva di una gran salute”, dichiarano i familiari. Condizioni di salute, sin dal suo ritorno a casa, che però sono andate peggiorando via via sempre di più in seguito all’intervento subito alla tiroide. La mattina di alcuni giorni fa, i familiari trovano la quarantenne collassata al suolo, esanime, e allertano i soccorsi. La donna, trasportata in codice rosso all’Ospedale del Mare, purtroppo, il giorno successivo, il 19 maggio, muore. ”Si è pensato al Covid, ma i tamponi hanno dato tutti esito negativo”, ha spiegato il legale della famiglia di Consiglia Benducci, Marialaura Masi. Il corpo della donna è stato poi trasferito al Policlinico della Federico II di Napoli, dove sarà sottoposto all’esame autoptico, che rivelerà le cause esatte del decesso.

Le parole di una cugina di Consiglia Benducci

”Vorrei che fosse solo un incubo”, inizia così un post su Facebook di una cugina di Consiglia. ”Da quando ho ricevuto quella brutta telefonata il mio cuore è stato trafitto. Il vuoto che hai lasciato è incolmabile. Adesso sostieni la tua famiglia, allieva il dolore che hai dato ai tuoi genitori e soprattutto dai la forza ai tuoi figli che avevano ancora bisogno della loro mamma. Proteggi noi tutti”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Gioacchino Marco Ascione
Gioacchino Marco Ascionehttp://internapoli.it
Gioacchino Marco Ascione, nato a Napoli il 04/05/2001. Ho frequentato il Liceo Scientifico Renato Cartesio di Giugliano e attualmente frequento l'Università Culture Digitali e della Comunicazione a Napoli.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Galleria Umberto, parte il servizio di vigilanza notturna. Manfredi: “Impegno mantenuto”

In serata, alle ore 20, come previsto dal verbale di intesa sottoscritto, lo scorso 3 agosto, tra Prefettura di...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria