Lutto in casa Savoia, morto il principe Amedeo d'Aosta dopo un intervento
Lutto in casa Savoia, morto il principe Amedeo d'Aosta dopo un intervento

“La Real Casa di Savoia annuncia: questa mattina si è spento, in Arezzo, S.A.R. il Principe Amedeo, Duca di Savoia e Duca d’Aosta”. Lo si legge in un comunicato diffuso dai famigliari.

Il Duca Amedeo d’Aosta è morto la notte scorsa all’ospedale San Donato di Arezzo dove era ricoverato da giovedì 27 maggio.  Dopo l’intervento chirurgico ad un rene, il decorso clinico del duca Amedeo D’Aosta era stato giudicato buono dai medici tanto che era già stata programmata la sua dimissione. Invece la notte scorsa c’è stato il decesso per arresto cardiaco.

Il Duca Amedeo d’Aosta morto dopo l’operazione

Si è spento all’età di 77 anni il principe Amedeo Duca di Savoia e Duca d’Aosta. Lo rende noto la Real Casa di Savoia. Il membro della famiglia reale è morto la notte scorsa all’ospedale San Donato di Arezzo dove era ricoverato da giovedì 27 maggio per un intervento chirurgico. Il decesso è avvenuto per arresto cardiaco.

Dopo l’intervento chirurgico a un rene, il decorso clinico del duca Amedeo D’Aosta era stato giudicato buono dai medici tanto che era già stata programmata la sua dimissione. Invece la notte scorsa c’è stato il decesso.

La disputa per il trono d’Italia

Il principe Amedeo è stato protagonista nell’ultimo ventennio anche di un disputa dinastica. La sua posizione nella linea di successione è controversa: parte dei monarchici sostengono che Amedeo sia il Capo della Real Casa, e quindi il legittimo pretendente al trono d’Italia, altri considerano che la posizione di capo della casa reale spetti a Vittorio Emanuele di Savoia e che Amedeo sia terzo in linea di successione dopo Emanuele Filiberto. La controversia è stata oggetto di un pronunciamento ufficiale della Consulta dei Senatori del Regno. La Consulta dei Senatori del Regno, una associazione privata creata nel 1955, il 7 luglio 2006, ha comunicato ufficialmente che Amedeo è da ritenere l’erede di Umberto II.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.