Blitz dei NAS nel Napoletano. Sequestro da oltre un quintale di dolci in un bar

Immagine di repertorio

Si riportano, di seguito, gli esiti di alcune attività di verifica e controllo eseguite dai Carabinieri, che non hanno fornito il nome dell’attività per indagini ancora in corso, del NAS di Napoli nei settori della “sicurezza alimentare e sanitaria”, a tutela della salute pubblica.

Ad Agerola, i NAS ha eseguito una verifica presso un bar/pasticceria con sede in via Miramare, a conclusione della quale hanno proceduto al sequestro amministrativo di kg. 150 (centocinquanta) circa di prodotti dolciari vari (ciambelle – biscotti – bignè e forme bignè delle zeppole di San Giuseppe – torte capresi), destinati alla vendita al minuto, poiché privi di qualsiasi indicazione in grado di far risalire alle procedure e/o ai sistemi di tracciabilità/rintracciabilità alimentare.

Nella circostanza veniva notificata diffida per l’eliminazione delle non conformità dovute a mancata notifica di locali deposito in uso ed irregolarità documentali relative alla conduzione dell’attività.