È stato rintracciato da Gianni Simioli di Radio Marte la vittima della rapina choc avvenuta a Napoli. Si tratterebbe di un signore adulto il quale ha risposto al noto conduttore di non poter rispondere perché ha ripreso a lavorare. Questo il post di Simioli:”Non vogliamo  dirvi molto, solo che abbiamo appena ascoltato un messaggio che il nostro amico (ormai lo è) ci ha inviato in privato.
Sapete cosa dice ? Che ci ringrazia, ma che al momento non può rispondere perché dopo lo “stop” per la rapina subita, ha ripreso a lavorare per completare il giro di consegne con un’ auto. Insomma, avete capito bene : sta proprio continuando a lavorare! Applausi e rispetto per questo disoccupato di 50 anni “ che non può stare senza fare niente aspettando che arrivi un lavoro” (parole sue)Spero di farvelo conoscere domani a #laradiazza #radiomarte”

Indagini lampo della polizia, presi i responsabili della violenta rapina al rider a Napoli: trovato anche lo scooter

Le indagini

Partirà dalla visione delle immagini filmate dai cellulari e da quelle di videosorveglianza presenti in zona l’indagine sulla cruenta rapina avvenuta a Calata Capodichino questa sera ai danni di un rider. In sei contro una persona per portargli via il motorino usato per le consegne. La vittima è stata subito dopo raggiunta dai poliziotti dell’Ufficio Prevenzione generale della Questura che hanno raccolto la sua testimonianza. Dalla visione dei frame sarà molto forse possibile risalire anche alle targhe dei motorini usati dai rapinatori anche se, è probabile, che quest’ultmi siano a loro volta rubati. Intanto tantissimi napoletani hanno già avviato una raccolta fondi per aiutare il giovane vittima della rapina attraverso sottoscrizioni e iniziative simili.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.