Nessuno dimentica Lello Perinelli, una partita in memoria del 21enne ucciso a Miano

Sono quasi passati sei mesi dalla morte di Raffaele Perinelli, il giovane 21enne di Miano ucciso con un fendente al cuore la notte del 6 ottobre 2018. Per gli amici Lello non è morto, Lello vive e vivrà per sempre: sognava una vita normale, anzi un futuro da calciatore, ma un tragico destino lo ha fatto morire. Ucciso da Alfredo Galasso, con il quale aveva avuto spesso diverbi per futili motivi, il giovane continua a restare nella memoria dei suoi amici, dei suoi parenti, del suo quartiere e di chi si è stretto al dolore comune per la sua morte ingiusta.

Una partita per ricordare Lello

La più grande passione di Lello Perinelli era il calcio e per questo motivo, sei mesi dopo il suo addio, si giocherà una partita celebrativa per onorare la sua memoria. L’appuntamento  domenica 7 aprile alle ore 16 sul campo dell’Arci Scampia. L’annuncio è arrivato su Instagram tramite una foto la quale ritrae proprio Lello durante una partita. Lello aveva un sogno, quello di diventare un calciatore. Anche se adesso non c’è più, sarebbe giusto riunirsi e partecipare per ricordare e soprattutto dedicare un pensiero ad un 20enne che ha perso la vita senza motivo e brutalmente. La cosa più giusta è riunirsi e salutare nuovamente Lello tramite la sua più grande passione: il calcio.