Si sono svolti questa mattina presso il carcere di Secondigliano gli interrogatori di garanzia a carico di Pietro Izzo e Renato Esposito indicati come esponenti del clan Licciardi della Masseria Cardone: i due, insieme ad una terza persona (Antonio Arena finito ai domiciliari) sono stati arrestati ad inizio settimana per un tentativo di estorsione ai danni dei gestori del supermercato Conad posto all’interno del centro commerciale La Birreria. Incalzati dal gip D’Auria i due ras (difesi dagli avvocati Antonella Genovino e Giuseppe Biondi) si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. I tre ras di Secondigliano e Pozzuoli sono stati raggiunti da ordinanza di custodia cautelare proprio a seguito della denuncia di uno degli imprenditori.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.