28.1 C
Napoli
venerdì, Agosto 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Beccato con il colpo in canna a Piscinola, pistola esaminata dopo i raid


Controlli per il contrasto alle armi sono stati condotti della compagnia Napoli-Vomero nel quartiere di Chiaiano e nelle vicine zone periferiche. Perquisizioni e posti di controllo avvenuti nelle zone più sensibili perché, nonostante i molteplici impegni che vedono in questo periodo i Carabinieri in prima linea, la lotta alla criminalità diffusa non si ferma. Sono 87 persone identificate, 38 delle quali già note alle forze dell’ordine, 1 pistola e 3 armi bianche il bilancio dei militari.

AVEVA UNA PISTOLA BERETTA CON MATRICOLA ABRASA

A Piscinola i carabinieri della stazione di Marianella arrestavano per detenzione di arma clandestina un 31enne incensurato di Pianura. I militari notavano 2 uomini a bordo di un’utilitaria a via Napoli e gli intimavano di fermarsi. L’autista non accettava l’invito e tentava di fuggire, però, dopo pochi metri i carabinieri li fermano. Il 31enne è stato trovato in possesso di una pistola beretta calibro 7,65 con matricola abrasa e pronta a sparare nel caricatore 8 colpi.

Inoltre durante la perquisizione i carabinieri sequestravano anche una mazza, come quelle da baseball, lunga 40 centimetri. Il passeggero 29enne incensurato è stato segnalato alla prefettura. Invece l’arrestato è stato condotto al carcere in attesa di giudizio. La pistola sequestrata sarà sottoposta ai rilievi balistici per verificare il suo eventuale utilizzo in fatti di sangue o altri delitti.

RILIEVI SULL’ARMA

Gli accertamenti tecnici svolti nel Laboratorio BAL riguardano: analisi descrittive e normative di munizioni ed armi da fuoco portatili; esami relativi alla loro funzionalità ed efficienza; analisi comparative degli elementi di cartuccia (bossoli e proiettili) provenienti dai test di sparo e di quelli in reperto; acquisizione, memorizzazione e confronto degli elementi di cartuccia tramite il sito IBIS 3D HD in dotazione per verificare eventuali correlazioni balistiche tra vari episodi delittuosi (il sito n.001 in dotazione, unitamente a quelli degli altri RIS e a quelli della Polizia di Stato, costituisce parte del network denominato Banca Dati Balistica IBIS – Sistema Integrato di Identificazione Balistica).

Parte integrante del Laboratorio BAL è il Balipedio Balistico, al cui interno vi è la strumentazione per effettuare in sicurezza i test di sparo; per recuperare gli elementi di cartuccia esplosi sperimentalmente; per svolgere gli accertamenti di balistica terminale (analisi degli effetti generati dagli impatti dei proiettili su vari bersagli, rimbalzi, studio di traiettorie balistiche, ecc..).

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il mare di Napoli invaso da topi e liquami, giorno ‘nero’ per i bagnanti

Chiazze di liquami fognari e topi morti sono spuntati nel mare di Nisida determinando un terribile spettacolo per gli...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria