C’è anche Pietro Izzo tra i destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare eseguita dagli uomini della squadra mobile su disposizione del gip del tribunale di Napoli. Gli altri due arrestati sono Renato Esposito ed Antonio Arena. Si tratta di soggetti posti ai vertici del clan Licciardi della Masseria Cardone e dunque dell’Alleanza di Secondigliano. Le indagini, coordinate dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia, hanno permesso di acquisire elementi indiziari in ordine a un tentativo di estorsione posto in essere dai destinatari del provvedimento cautelare in pregiudizio di operatori commerciali del settore della distribuzione. Izzo in particolare viene definito come membro del triumvirato che avrebbe la reggenza della cosca fondata dal boss Gennaro Licciardi (gli altri due sarebbero Gennaro Cirelli e Paolo Abbatiello). Tra gli altri due fermati quello che vanta precedenti criminali importanti è Renato Esposito: qualche anno fa il ras fu tirato in ballo dall’ex boss di Miano Carlo Lo Russo che rivelò ai magistrati essere l’anello di congiunzione tra la sua cosca e la Masseria Cardone.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.