Processo alla camorra nell’aula bunker, tra gli imputati c’è il boss

L’ex sindaco di Eraclea  Mirco Mestre, imputato per voto di scambio, andrà a processo con rito immediato. Lo conferma il suo legale Emanuele Fragasso. Oggi si è aperto, con le operazioni preliminari, nell’aula bunker di Mestre del Tribunale di Venezia, il processo che vede coinvolte 76 persone, tra cui Mestre, di cui 37 per associazione a delinquere di stampo mafioso.

 

L’udienza, davanti al gup Andrea Battistuzzi, ha iniziato a definire i percorsi nel giudizio dei singoli imputati ma ha anche raccolto nuove memorie presentate dalle difese. Tra gli imputati di spicco c’è il presunto boss della camorra Luciano Donadio, finito nel mirino della Procura di Venezia che aveva avviato una indagine, a cura del pm Roberto Terzo, sulla collusione tra associazioni mafiose che avrebbero operato per anni, con il concorso di politici, professionisti ed imprenditori, in diversi rami economici che vanno dall’edilizia all’utilizzo di esercizi commerciali. (ANSA)