Malore in carcere e corsa in ospedale, parla l’avvocato di Raffaele Cutolo

Melito di Napoli: Chiesa di Santa Maria delle Grazie. Photo by Steve J. Morgan, 1 October 2003.

– Il boss della camorra, Raffaele Cutolo è stato trasferito d’urgenza dal carcere di Parma all’ospedale del capoluogo emiliano a causa di problemi di salute. Lo riferisce, interpellato dall’ANSA, il legale Gaetano Aufiero. Le condizioni di salute di Cutolo non sarebbero, a detta dell’avvocato, gravi. Il capo della Nco – da circa 25 anni in regime di carcere duro – avrebbe accusato seri problemi respiratori per la cui soluzione si è reso necessario il suo trasferimento in ospedale per garantire le migliori terapie.

 

Il boss della Nco è da anni afflitto da diverse patologie come diabete, prostatite, artrite che gli avrebbe quasi reso impossibile l’uso delle mani, problemi seri agli occhi (distacco del corpo vitreo che fa da supporto al cristallino) che lo starebbero portando inevitabilmente alla cecità. Oltre a tutto ciò, spesso Cutolo viene colpito da forti crisi respiratorie. Proprio una di queste ha fatto scattare l’allarme la scorsa notte.

Quasi 80enne, Cutolo è al 41bis dal 1995. Cinquantacinque anni passati in carcere, 39 dei quali in isolamento.