Sgombero rom, il sindaco di Castel Volturno attacca Poziello: “Non mi ha nemmeno avvisato”

Sono terminate le operazioni di sgombero del campo rom di Giugliano. Questa mattina, in seguito ad un’ordinanza emanata dall’amministrazione comunale, Polizia, Carabinieri e Vigili Urbani hanno coadiuvato lo spostamento della comunità presente sul territorio da anni.

Oltre200 persone, tra adulti e bambini, hanno abbandonato il terreno nel cosìdetto fosso alle prime luci di questa mattina. Camion, auto, e roulette cariche di persone ed indumenti sono andate via in cerca di una nuova destinazione. “Problema di emergenza igienico sanitaria ampiamente denunciata. Ci sono politiche di accompagnamento e servizi sociali che seguiranno la cosa. C’è stato un esodo spontaneo che è cominciato già da una settimana per cui non c’è stato bisogno di forzare”– ha dichiarato il sindaco Antonio Poziello.

Le ruspe in azione da diverse ore hanno rimosso la moltitudine di cumuli di rifiuti. Giochi e oggetti mischiati a fango e letame. Una condizione precaria soprattutto per i numerosi bambini cresciuti a ridosso dell’asse mediano.

“Non avete mai cercato un dialogo con le associazioni. Ai rom non è stata data alcuna soluzione abitativa come previsto dal decreto. Non li hanno mai portati a scuola. Oggi i servizi sociali sono venuti con i guanti in lattice a vedere lo schifo in cui vivevano i bambini. Nessuno ha fatto niente per evitargli questo schifo”– ha prontamente replicato frate Enrico Muller presente con l’associazione ‘I girasoli dell’Est’.

Nel frattempo l’intera comunità si è spostata in un terreno in via Carrafiello, poco distante dal precedente campo poi dopo sono cacciati anche da lì e andati verso Castel Volturno.

Il post del sindaco di Castel Volturno

Il sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo con un post su Fb ha attaccato Poziello: “Un Sindaco amico mi ha appena riferito che in questo momento a Giugliano in Campania le forze dell’ordine stanno sgomberando il campo Rom, oltre 400 persone e che stanno venendo qui da noi! Tranquilli, non vi preoccupate, tanto le migliaia di espulsioni di immigrati fatte nell’ultimo anno (zero!), i duecento militari che ci hanno inviato (zero!), le risorse che il governo attuale ha messo nel protocollo d’intesa (zero!), i tanti vigili che ci hanno permesso di assumere (zero!) e soprattutto il principio “prima gli italiani”, faranno in modo che la loro presenza non avrà alcun effetto sulla vivibilità di Castel Volturno. Anzi, porteranno benefici e bellezza. Ho apprezzato tantissimo, inoltre, la sensibilità di non avermi nemmeno avvisato, sapete com’è, questi ci tengono alla mia salute e al mio sonno! Grazie, sono commosso!”