Ruba un hoverboard e scappa in autostrada, nei guai moglie di un noto cantante napoletano

Durante una sosta in autostrada è riuscita a rubare da un’Autogrill un hoverboard della Ducati Corse in edizione limitata e, eludendo i dispositivi antitaccheggio, è uscita indisturbata dal locale ed è scappata via a bordo dell’auto dove l’aspettavano il figlio e il marito, dirigendosi verso la Puglia. È successo in provincia di Frosinone, nell’area di servizio La Macchia Ovest, ad Anagni: protagonisti della storia sono il cantante napoletano Gianni Nazzaro e la moglie Nada Ovcina, sua manager.

La scena è stata immortalata dalle telecamere di sorveglianza dell’Autogrill e ora la 77enne moglie di Nazzaro è stata arrestatadalla polizia stradale di Frosinone e, su ordine del gip si trova ora agli arresti domiciliari. La donna dovrà rispondere dell’accaduto insieme al figlio, indagato a piede libero, dal momento che è lui il proprietario dell’auto a bordo della quale i tre sono poi scappati dopo il furto. L’hoverboard rubato ha un valore di circa 200 euro e la vicenda risale al 3 maggio scorso, come riferisce Repubblica: i tre si sono poi diretti come se niente fosse in Puglia, dove Nazzaro aveva in programma un’esibizione.

La Polstrada ha spiegato che “la perquisizione dell’abitazione romana della coppia aveva permesso pochi giorni dopo di rinvenire e sequestrare l’Hoverboard rubato”. La moglie di Nazzaro, Nada Ovicina, era già nota alle forze dell’ordine per  “precedenti penali specifici“: nel 2007 infatti, fu arrestata per aver rubato degli abiti da Gucci a Napoli