31.3 C
Napoli
mercoledì, Luglio 24, 2024
PUBBLICITÀ

Rubò la bici al migrante nel Napoletano, condannato il sindaco

PUBBLICITÀ

Il Tribunale di Torre Annunziata ha condannato in primo grado il sindaco di Striano, Antonio Del Giudice, a quattro mesi per un furto di una bicicletta avvenuto tre anni fa. L’accusa era di furto aggravato, ma l’aggravante della discriminazione razziale è successivamente caduta secondo la decisione del giudice monocratico Maria Camodeca. La pena è sospesa.

L’accaduto

La vicenda risale a una domenica di fine ottobre 2020. Il sindaco Del Giudice effettuò una ronda di controllo in strada insieme ai volontari della protezione civile. Durante l’operazione decise di far rimuovere le biciclette parcheggiate sotto il porticato di fronte all’ingresso degli uffici comunali.

PUBBLICITÀ

Le biciclette appartenevano ad alcuni immigrati provenienti dal Mali, ospitati in un centro di accoglienza nelle vicinanze della stazione della Circum di Striano. Ogni domenica i migranti le utilizzavano per recarsi a Napoli dove svolgevano l’attività di ambulanti. Tuttavia, al loro ritorno, trovarono le biciclette scomparse.

Uno dei migranti decise di denunciare l’accaduto ai carabinieri di Striano dando avvio alle indagini che portarono a una scoperta: le biciclette furono rimosse dal sindaco Del Giudice. Durante l’analisi dei filmati, emerse che una delle biciclette, la più recente, non venne ammassata con le altre ma fu portata nel capannone dell’azienda del sindaco per essere riverniciata con la scritta del Comune. I carabinieri riuscirono a recuperare la bicicletta e a restituirla al legittimo proprietario.

Il processo di Antonio Del Giudice

Nel corso del processo, in seguito alla riforma Cartabia, le accuse relative al furto delle altre biciclette sono cadute poiché l’unica querela presentata ha riguardato il giovane maliano proprietario della nuova bicicletta. Il giudice ha inoltre stabilito che non sussisteva l’aggravante della discriminazione razziale.

La Procura sta ora considerando la possibilità di ricorrere in appello, dopo aver esaminato le motivazioni della sentenza. Nel frattempo la difesa dell’imputato può presentare un ricorso in appello per cercare di dimostrare la correttezza dell’operato del sindaco Del Giudice.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Decreto carceri, passano emendamenti maggioranza: fuori l’opposizione

Tutte le opposizioni hanno deciso di abbandonare i lavori della Commissione Giustizia del Senato che sta esaminando il decreto...

Nella stessa categoria

PUBBLICITÀ