Pugno di ferro contro i “furbetti” del contatore: fabbro in manette nel Napoletano

Le forze dell’ordine e i vertici dell’Enel hanno dichiarato guerra ai ladri di corrente. L’ultimo “furbetto” a finire nel mirino dei carabinieri di San Giuseppe Vesuviano è stato il titolare di un azienda di lavorazione del ferro. Il titolare, un 40enne, è finito in manette in seguito al controllo delle forze dell’ordine: secondo quanto appurato, l’azienda si era allacciata illecitamente alla rete dell’enel dopo aver forzato il contatore, sottraendo alla rete pubblica decine di migliaia di euro.

L’uomo, dopo essere stato giudicato per direttissima dal tribunale di Nola, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.