Omicidio stradale nel Vesuviano, l’autista 18enne resta agli arresti domiciliari. Il gip di Nola Sebastiano Napoletano ha convalidato il fermo agli arresti domiciliari per il 18enne che venerdì ha ucciso Natalia Boccia a San Giuseppe Vesuviano. Il giovane non ha risposto alle domande del gip e del pm: è accusato di omicidio stradale.

Nella tragica notte il ragazzo ha travolto altre 5 persone tra cui Lina Boccia e Giacomo Muoio. La 34enne è stata trasferita all’ospedale Martiri del Villa Malta di Sarno mentre il marito è al San Leonardo di Castellammare di Stabia. La neomamma respira autonomamente ma ha riportato fratture alle gambe e al bacino. Intanto la loro figlioletta, nata nella notte dell’incidente, è in cura nel reparto di terapia intensiva neonatale del Moscati di Avellino.

LE INDAGINI SULLA MORTE DI NATALIA

La Procura terrà conto anche delle immagini della videosorveglianza per chiarire tutti gli aspetti del tremendo incidente in via Ottaviano. Gli inquirenti hanno accertato che il 18enne non aveva assunto droga o alcool.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.