Sconto di pena per Crescenzo Marino, sentenza per il figlio di Tina Rispoli

Sconto di pena per Crescenzo Marino, è il figlio di Tina Rispoli
Sconto di pena per Crescenzo Marino, è il figlio di Tina Rispoli
Tre anni e dieci mesi di reclusione per Crescenzo Marino. È quanto stabilito dalla Corte d’Appello di Napoli (V sezione penale) per il figlio del defunto boss Gaetano e di Tina Rispoli. Un ulteriore sconto di pena rispetto al primo grado. In quel caso aveva rimediato quattro anni e quattro mesi) merito della linea difensiva dei suoi legali (gli avvocati Luigi Senese e Assunta Arcopinto). Gli avvocati hanno fatto prevalere l’attenuante del risarcimento del danno prevalente su tutte le aggravanti.

I motivi dell’arresto di Crescenzo Marino

Il giovane era stato arrestato ad aprile dello scorso anno con l’accusa di lesioni gravi nei confronti del fidanzato dell’ex ragazza arrivando a staccargli un orecchio a morsi. Marino junior ha sempre dichiarato di essersi difeso, di aver causato quelle lesioni mentre cercava di liberarsi dalla presa di un’altra persona che l’aveva afferrato alle spalle.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

Tre anni e dieci mesi di reclusione per Crescenzo Marino. È quanto stabilito dalla Corte d’Appello di Napoli (V sezione penale) per il figlio del defunto boss Gaetano e di Tina Rispoli. Un ulteriore sconto di pena rispetto al primo grado. In quel caso aveva rimediato quattro anni e quattro mesi) merito della linea difensiva dei suoi legali (gli avvocati Luigi Senese e Assunta Arcopinto). Gli avvocati hanno fatto prevalere l’attenuante del risarcimento del danno prevalente su tutte le aggravanti.

I motivi dell’arresto di Crescenzo Marino

Il giovane era stato arrestato ad aprile dello scorso anno con l’accusa di lesioni gravi nei confronti del fidanzato dell’ex ragazza arrivando a staccargli un orecchio a morsi. Marino junior ha sempre dichiarato di essersi difeso, di aver causato quelle lesioni mentre cercava di liberarsi dalla presa di un’altra persona che l’aveva afferrato alle spalle.