9.1 C
Napoli
mercoledì, Dicembre 1, 2021
- Pubblicità -

Brutale aggressione fuori la scuola a Sant’Antimo, 3 ragazze picchiano l’amica con calci e pugni


Scena di pura follia quelle a cui si è assistito fuori alla scuola Nicola Romeo di Sant’Antimo. Una adolescente è stata picchiata da tre compagne a seguito di una lite in classe con un’altra ragazza . Sul posto si è subito riunita una folla per capire quanto accaduto alla giovane, sotto choc dopo l’aggressione.

La brutale aggressione a Sant’Antimo

Tutto ha inizio da una futile discussione nata in una delle tante aule della scuola. Un diverbio tra compagne, inevitabile quando tutti i giorni si convive nella stessa classe con oltre dieci coetanei. Succede, poi, che al suono della campanella – quella che indica la fine dell’orario scolastico – la giovane studente viene accerchiata da tre ragazze. A quel punto l’aggressione. «L’hanno colpita con dei calci al volto», sono le testimonianze di chi ha assistito alla crudele scena. Subito, intorno alla ‘vittima’ si sono riuniti parenti, amici e curiosi. Poi, a caldo, è la stessa giovane che trova la forza di parlare: «Con me c’erano anche gli altri compagni, ma se la sono presa solo con me». Qualcuno, addirittura, suppone anche che erano in 4, anziché in 3, a colpirla.

Sul posto sono sopraggiunti i carabinieri della locale tenenza. Anche i familiari hanno raggiunto la giovane ed hanno provveduto ad allertare i militari dell’Arma per denunciare l’accaduto. Anche i testimoni, tra cui alcuni compagni della studentessa, si sono detti indignati per la brutale aggressione.

Un’altra scena che purtroppo lascia l’amaro in bocca e soprattutto lascia pensare a quanto, spesso, sia sottovalutato il tema bullismo. Soltanto un mese fa, a Qualiano, una 13enne è stata aggredita da tre ragazze dopo una discussione avvenuta in classe. In quel caso, è stato necessario ricorrere alle cure ospedaliere per ristabilire le condizione dell’adolescente. Oggi, a Sant’Antimo, l’ennesima vicenda che non fa altro che testimoniare in cosa può sfociare il bullismo. Ieri è toccato ad una tredicenne, oggi ad un’altra giovane studentessa. Non possiamo fare altro che augurargli un grande in bocca al lupo e che torni quanto prima a godersi, con leggerezza, la vita. Senza farse condizionare da episodi deplorevoli come quest’ultimo. Perché, d’altronde, leggerezza e spensieratezza sono diritti che spetterebbero a qualsiasi adolescente.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alessandro Pirozzi
Mi presento: mi chiamo Alessandro Pirozzi, sono nato a Napoli ed ho 23 anni. Sono iscritto all'albo dei giornalisti dal 2019 ed amo profondamente la comunicazione, specie quella digitale. Dopo essermi diplomato in un istituto alberghiero, ho iniziato a 18 anni il mio percorso lavorativo con InterNapoli.it nel 2016, collaborando anche in qualità di freelancer con diverse testate digitali come Blasting News. Ho scritto per 'Cronache di Spogliatoio', giornale sportivo online, e per la testata locale AbbiAbbè.it.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Varriale a processo per stalking e lesioni, ma si difende: “Io ero messo peggio di lei”

L'ex vicedirettore di Rai Sport Enrico Varriale, a processo per stalking e lesioni nei confonti della compagna, in un'intervista...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria