Ha sparato alla cugina e ha fatto fuoco contro il marito di lei, accorso nel tentativo di fermarlo, finendolo nell’androne delle scale. Successivamente l’uomo, un 68enne del posto, è entrato in casa e si è suicidato con la stessa pistola calibro 22. È successo oggi pomeriggio, pochi minuti prima delle 18, in una abitazione nel centro di Formia, in provincia di Latina. Alla base del duplice omicidio ci sarebbero motivi economici, sebbene i carabinieri ancora sul posto non escludano alcuna pista.

 

È stata una condomina dello stesso palazzo delle vittime, in piazza Mattei, nel centro di Formia, a chiamare per prima i carabinieri intorno alle 17,40. È stata lei a notare sulle scale il corpo ormai senza vita di Fausta Forcina, 67 anni, e a dare poi l’allarme. Nell’appartamento della vittima è stato poi trovato dai carabinieri impegnati nelle indagini il corpo del marito, Giuseppe Gionta, 70 anni. Il duplice omicidio sarebbe avvenuto alle 14 di oggi per mano di un parente della donna, Pasqualino Forcina di 64 anni, trovato poco più tardi nel suo appartamento, nello stesso palazzo, dove si è suicidato sparandosi un colpo di pistola calibro 22. Secondo le prime ipotesi investigative alla base del movente ci sarebbero motivi economici, forse una lite per questioni di eredità.

I carabinieri infatti hanno trovato i corpi senza vita di un uomo e una donna e hanno ipotizzato che potesse trattarsi di un nuovo caso di omicidio-suicidio. Poi con il passare dei minuti è emerso che la coppia era stata uccisa da un parente, un cugino, che poi si è tolto la vita. Sul posto indagano i militari dell’Arma locali.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.