Studenti di Mugnano sfilano contro la camorra in ricordo di Alberto Vallefuoco

mugnano intitolata alberto vallefuoco sfilata camorra

Mercoledì 18 aprile alle ore 16.30 partirà dalla scuola media Luigi Cirino, sita in via Murelle, un corteo degli alunni, genitori e docenti del I Circolo Didattico Gennaro Sequino.

“Si tratta della manifestazione conclusiva del progetto ‘Adotta una vittima innocente: Alberto Vallefuoco’ – ha dichiarato la Dirigente Scolastica Maria Grazia Mele – che ha visto gli alunni delle classi quinte e della scuola dell’infanzia impegnati nel corso di tutto l’anno scolastico sui temi della legalità, dell’impegno civile e della lotta alla criminalità organizzata. I bambini sono stati protagonisti di attività laboratoriali e di approfondimento, hanno partecipato ad iniziative territoriali e nazionali e completeranno la loro esperienza con una marcia che si concluderà con la cerimonia ufficiale di intitolazione del plesso di scuola dell’infanzia di Via Colombo ad Alberto Vallefuoco”.

A sfilare per le strade di Mugnano ci saranno anche i rappresentanti dell’Associazione Libera, della Fondazione POL.I.S. e del Coordinamento Campano Familiari delle Vittime Innocenti di Criminalità, nonché con gli esponenti delle istituzioni locali. Sono invitati ad unirsi al corteo anche tutti i cittadini mugnanesi.

La manifestazione prevede l’esecuzione dei canti dell’orchestra della scuola presso il cortile della sede L. Cirino, che ha attivamente partecipato all’iniziativa, e si concluderà presso la sede in via Colombo dove saranno scoperti i murales realizzati dai bambini e la targa in memoria di Alberto Vallefuoco.

L’iniziativa ha una grande valenza per la diffusione della cultura della legalità e il senso di responsabilità civile nei confronti della propria comunità e si pone lo scopo di imprimere già in tenera età questi valori attraverso la memoria come antidoto fondamentale al diffondersi della criminalità.

“Alla manifestazione hanno aderito il Comune di Mugnano e tutte le scuole del territorio” – ha concluso la Dirigente – “e mi auguro che partecipi gran parte della popolazione mugnanese, a testimonianza del quotidiano impegno che la parte più sana e viva della città dedica alla tutela dei valori che sono a fondamento della nostra Costituzione”.