Summit a Scampia, tra gli arrestati il nipote di Costanzo Apice: fu accusato dell’omicidio ‘in diretta’ alla Sanità

C’è anche Antonio Ramaglia tra le persone arrestate nel blitz effettuato dalla squadra mobile e dal commissariato di Scampia contro cinque persone individuato e intercettate alla III traversa via Arianova tra Secondigliano e Scampia (leggi qui).

Antonio Ramaglia non è solo uno dei cinque arrestati facente parte del gruppo residuo di ‘Abbasc Miano’, quello che nei mesi scorsi ha tentato di conquistare Miano. Ramaglia è anche il nipote di Costanzo Apice divenuto famoso per essere stato arrestato per l’omicidio ‘in diretta’ alla Sanità dell’11 maggio 2009, quello di Mariano Bacio Terracino i cui ultimi istanti di vita furono ripresi da una telecamera. La Corte di Cassazione nel 2015 annullò la sentenza di condanna all’ergastolo nei confronti di Apice. La Suprema Corte accolse le richieste del difensore di Apice, l’avvocato Claudio Davino, che nel ricorso sostenne che la difesa aveva potuto visionare solo alcuni fotogrammi, selezionati dalla polizia, e non l’intero video, sostenendo l’inattendibilità dei collaboratori di giustizia.