Terrore in Campania. Neonata non respira più, folle corsa in ospedale: «Il miracolo di San Valentino»

Giornata di terrore a Montesarchio, in provincia di Benevento, dove questa mattina, una neonata, 30 giorni di vita, è stata trasportata d’urgenza in ospedale. La mamma si è resa conto che la piccola non respirava più a causa delle vie aeree ostruite.

La neonata con il passare del tempo iniziava a diventare cianotica.

Tempestiva la telefonata disperata della donna al 118. Immediato l’intervento dell’ambulanza, dalla chiamata alla centrale operativa all’arrivo sul posto a Montesarchio, come riportato dal sito edizione caserta, sono trascorsi meno di cinque minuti.

Tra le urla di disperazione della mamma e di altri parenti, medico ed infermiera hanno avviato le prime manovre di soccorso sulla piccola che continuava a non respirare. In due minuti di orologio le hanno disostruito le vie aeree  e le hanno somministrato ossigeno.

Dopo le prime operazioni di soccorso, la neonata è stata caricata sull’ambulanza e trasportata di corsa in ospedale.

Ci sono voluti meno di venti minuti per arrivare al pronto soccorso dell’ospedale di Benevento, dove la piccolina è stata presa in carico dai sanitari dell’ospedale che dopo poco hanno dato la notizia più bella, la neonata ora è fuori pericolo.

I veri angeli di questa vicenda, fortunatamente a lieto fine, sono stati gli operatori del 118 hanno  fatto il miracolo.