Truffa dello specchietto a Torre: arrestati due ‘professionisti’ dopo un inseguimento

Ieri mattina, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Torre del Greco, hanno denunciato N.N., di 21 anni e A.G., di 51 anni, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione e falso materiale in atto pubblico.

I poliziotti, dopo un’ accurata attività di indagine su delle truffe consumate ai danni di anziani automobilisti, con la tecnica  “dello specchietto”, fatta da due persone a bordo di una Fiat 500L di colore verde, sono riusciti a rintracciare l’auto e dopo un lungo inseguimento, bloccarla  in via Litoranea.

I due soggetti, entrambi con pregiudizi di Polizia, hanno cercato di sottrarsi al controllo, fuggendo e creando non pochi problemi ai poliziotti e ad una pattuglia di motociclisti dell’Arma dei Carabinieri che sono accorsi in ausilio.

All’interno dell’auto i poliziotti hanno trovato un contrassegno per Disabili alterato e contraffatto, dei moduli di constatazione di sinistro già compilati e risalenti a pochi giorni prima  in danno di  persone anziane truffate, 5 carte di credito ricaricabili utilizzate dai due truffatori per incassare i risarcimenti dei falsi sinistri.

Dai moduli di contestazione  rinvenuti gli agenti sono riusciti a risalire  alle vittime che contattate hanno confermato il modo in cui erano stati avvicinati e truffati.

La vettura Fiat 500 è stata sottoposta a sequestro penale in quanto il numero di telaio era stato alterato e la targhetta identificativa, la targa e la carta di circolazione presentavano delle anomalie.

I poliziotti, inoltre, hanno proceduto all’avvio del procedimento del foglio di via obbligatorio dal Comune per entrambi i truffatori e nei confronti di N. N., alla contestazione di numerose violazioni al codice della strada.

Su disposizione dell’Autorità Giudiziaria i due truffatori sono stati denunciati in stato di libertà.