Luca Abete
Screen video

Si sveglia e trova l’auto senza le ruote, lo sfogo nel video ripreso da Luca Abete: “Non vi vergognate per 50 euro?”.

Un risveglio da incubo quello di un giovane napoletano che, quando di prima mattina si è recato alla sua auto, l’ha trovata con ancora il cric sotto e le 4 ruote asportate.

“Che vergogna, per rubarsi 4 ruote della macchina hanno lasciato ancora il cric sotto”, dice amareggiato il ragazzo in un video pubblicato lo scorso marzo su TikTok e ripreso questa mattina su Facebook da Luca Abete.

“Erano due auto, una Panda bianca e una stationvagon scura, forse un’Audicontinua -. Ma io vorrei dirgli che sono stati più sfortunati di me perché si sono presi 4 ruote con 60-70mila km in due anni, con i cerchi in lega che erano graffiati”.

“Se pure ve le andata a vendere conclude – e prendete 200 euro, fate 50 euro a testa 4 di voi. Ma non vi mettete vergogna a rischiare la galera per cinquanta euro in una nottata? Vergognatevi”.

Il post sul video pubblicato da Luca Abete

“RISVEGLI da INCUBO!!!

Questo VIDEO racconta il disagio, le conseguenze e le assurde dinamiche di un FENOMENO del quale vi parliamo da mesi a STRISCIA.

Non finiremo mai di manifestare SOLIDARIETÀ alle vittime di questi autentici e indifendibili delinquenti!!!”.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO pubblicato da luca abete

ALTRE NOTIZIE SU LUCA ABETE, POTREBBE INTERESSARTI ANCHE | 

Finestrini rotti e vetture saccheggiate, automobilisti senza pace ad Aversa

Erano usciti per mangiare una pizza, un gelato, o magari per una semplice passeggiata gli automobilisti che questa notte, al ritorno alle proprie vetture, le hanno trovate con i finestrini rotti e completamente saccheggiate. Succede ad Aversa dove, come denunciato da Luca Abete, sono almeno 5 le auto prese di mira dai malviventi.

Aversa, il post Facebook di Luca Abete

“Alcune FAMIGLIE escono per cenare una pizza, parcheggiano le macchine e poco dopo le ritrovano così!!!

Succede ad AVERSA: 5 auto completamente saccheggiate…

I controlli scarseggiano, la delinquenza incalza e la gente non ce la fa più!”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.