Appena pochi giorni fa il Ministero dell’Interno aveva ufficializzato le date in cui si terranno le elezioni amministrative del 2021. Il 3 e il 4 ottobre gli elettori saranno chiamati alle urne ad Afragola, Arzano, Brusciano, Frattaminore, Gragnano, Melito di Napoli, Vico Equense, Volla. Non torneranno alle urne  i cittadini di Villaricca: è di poco fa la notizia che il Comune è stato sciolto per camorra. Dunque almeno per i prossimi 18 mesi l’amministrazione sarà guidata da 3 commissari straordinari. 

L’OMBRA DELLA CAMORRA SUL COMUNE DI VILLARICCA

La stasi delle forze politiche, in vista dell’imminente appuntamento elettorale, non era frutto del caso, infatti, sul destino della città, aleggiava già da tempo come una spada di Damocle, l’insediamento della Commissione d’Indagine inviata dal Prefetto di Napoli. Dal 28 dicembre 2020 in città sono giunti i viceprefetti Gianfranco D’Angelo, Ferdinando Mone e il tenente del nucleo radiomobile dei carabinieri di Pozzuoli, Daniele Petruccelli.  

I tre commissari hanno già un quadro completo sul grado di infiltrazione dei clan camorristici all’interno della macchina comunale. È il secondo scioglimento dopo quello del 1994.

Prima il dissesto finanziario poi lo scioglimento per camorra: il fallimento totale della politica a Villaricca

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.