Alleanza di Secondigliano, dissequestrati e restituiti i beni a due indagati

Restituiti i beni a due soggetti indagati nell’ambito dell’inchiesta sull’Alleanza di Secondigliano. Il tribunale del Riesame di Napoli, XII Sezione, ha accolto la tesi difensiva dell avvocato Salvatore d’Antonio ed ha disposto l’annullanento del decreto di sequestro e la restituzione di tutti i beni a Gianluca Cimminiello e Carmela Iafulli.
Ai due erano stato sequestrati 5 immobili e la ditta di pratiche automobilisti intestati al Cimminiello. Gli avvocati hanno dimostrato l’estraneità  del Cimminiello titolare di una società che si interessa della gestione di sinistri e risarcimento danni dalla vicenda estorsiva che lo vedeva coinvolto in uno ad altri indagati quali Moscerino Antonio e Aieta Antonio detto o piccerell.