32.3 C
Napoli
mercoledì, Luglio 17, 2024
PUBBLICITÀ

I sicari di Noemi erano scappati, “camorra e debito di soldi dietro l’agguato in piazza Nazionale”

PUBBLICITÀ

Sono due le persone arrestate per l’agguato di venerdì scorso a Napoli nel quale sono stati feriti la piccola Noemi ed un uomo, Salvatore Nurcaro, vero obiettivo del killer in Piazza Nazionale. Insieme ad Armando Del Re, l’uomo accusato di aver sparato, è stato bloccato un altro uomo, il fratello Antonio, che avrebbe fatto da complice e che è stato portato nella caserma dei Carabinieri ‘Pastrengo’ di Napoli.

Armando era originario dei Quartieri Spagnoli. Alla base del gesto ci sarebbero questioni economiche, anche se come ha dichiarato il procuratore il contesto in cui avvenuta la sparatoria è di tipo camorristico. Nurcaro pare avesse un debito con Del Re.

PUBBLICITÀ

A entrambi viene contestata la premeditazione. Armando ed Antonio Del Re
sono stati fermati con l’accusa di tentato omicidio premeditato nel corso di una vasta operazione a cui hanno preso parte i Carabinieri e la Guardia di Finanza di Napoli e la Polizia. A coordinare le operazioni sono stati i sostituti Antonella Fratello, Simona Rossi e Gloria Sanseverino, insieme con il procuratore di Napoli, Giovanni Melillo ed il procuratore aggiunto della Dda, Giuseppe Borrelli. Le richieste di convalida dei fermi saranno
formulate nelle prossime ore.

Le indagini

Armando Del Re, ritenuto colui che ha sparato è stato preso in provincia di Siena. Il fratello Antonio, invece è stato fermato nell’hinterland napoletano, nei pressi di Nola: ha dato supporto logistico ad Armando. A entrambi viene contestata la premeditazione.

A catturarli sono stati i Carabinieri ma nelle ricerche e nella caccia all’uomo, coordinata dalla Procura di Napoli, sono state impegnate tutte le forze di polizia.

Ieri sera una veglia di preghiera si è svolta davanti all’ospedale Santobono con centinaia di persone in preghiera e tante candele accese. La piccola Noemi, secondo l’ultimo bollettino medico, è in lieve graduale miglioramento.

Il tentato omicidio di Salvatore Nurcaro è maturato in pieno contesto camorristico, ha detto il procuratore di Napoli, Giovanni Melillo, nel corso di un incontro in Procura.

“Complimenti a forze dell’ordine, inquirenti e magistratura per la cattura del delinquente che ha sparato alla piccola Noemi. Nessuna tregua contro camorristi e criminali, lo Stato e i napoletani vinceranno la sfida. Lo stato risponde con i fatti e non con le parole”. Così il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini annunciando che giovedì sarà a Napoli per il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica.

 

Il primo lancio

Il killer di piazza Nazionale ha agito da solo ma è stato aiutato nella sua latitanza di questi giorni. La conferma arriva dalle forze dell’ordine che hanno identificato l’uomo grazie ad un lavoro sottotraccia fatto di riscontri, verifiche e attento studio dei frame che hanno evidenziato il percorso usato dall’uomo dopo gli spari. L’uomo si chiama Armando Del Re.

Il sicario è stato arrestato in provincia di Siena.

Con De Re è stato arrestato il fratello Antonio che gli ha offerto protezione in questi giorni, ed è stato preso a Marigliano

La notizia più bella è arrivata. L’uomo che ha ferito Salvatore Nurcaro e la piccola Noemi sarebbe stato catturato. Fonti vicine a Internapoli confermano: l’uomo si troverebbe al momento nella caserma Pastrengo. Con lui catturato anche un altro uomo che gli avrebbe dato protezione. Si tratterebbe del fratello. Decisive si sono rivelate le telecamere di sorveglianza (come anticipato da Internapoli) grazie alle quali gli investigatori sono riusciti a capire il percorso fatto dal killer e giungere alla sua identificazione.

 

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Beccato con la droga nel calzino, arrestato 36enne a Scampia

Beccato con la droga nel calzino, arrestato 36enne a Scampia. Nella mattina di ieri, gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale...

Nella stessa categoria

PUBBLICITÀ