Lascia il carcere ed ottiene gli arresti domiciliari Cristian De Angelis, genero del ras Lorenzo Conò, reggente del gruppo dedito al traffico di droga operante a Torre Annunziata ma con consegne di ingenti quantitativi di droga anche a Napoli, Salerno, Messina oltre che nei carceri di Lanciano e Salerno.
Il tribunale – nonostante le gravi imputazioni mosse nei confronti del De Angelis Cristian il quale ha ricoperto (secondo le indagini) il ruolo di stretto collaboratore del suocero nel traffico della droga – ha accolto la tesi del difensore di fiducia del De Angelis, l’avvocato Antonio Iorio del Foro di Torre annunziata, sostituendo così (a soli 3 mesi di carcere) la misura in atto con quella meno afflittiva degli arresti domiciliari, nonostante il De Angelis sia gravato da ben 2 precedenti specifici in materia di stupefacenti.
Si apre così uno spiraglio di luce per gli altri indagati ancora oggi detenuti in carcere, alcuni dei quali con posizioni meno gravose rispetto a quelle del De Angelis, che ha ottenuto la scarcerazione e lascia le porte le carcere di Poggioreale

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.