16.8 C
Napoli
giovedì, Maggio 23, 2024
PUBBLICITÀ

Basta annunci di lavoro mortificanti, ora sarà obbligatorio dichiarare lo stipendio

PUBBLICITÀ

La nuova direttiva europea contro la disparità salariale renderà obbligatorio informare sullo stipendio già nell’annuncio prima del colloquio di lavoro. Una ricerca ha infatti evidenziato come lo stipendio sia la condizione principale per la maggior parte dei lavoratori ma solo il 4% degli annunci lo esplicita.

Nuova direttiva sul lavoro

Quello che sembrava essere un problema circoscritto all’interno della penisola pare essere in realtà una piccola piaga in diversi Paesi europei, tra cui Spagna, Germania e Francia. Questi dati emergono dallo studio dell’agenzia per le risorse umane Reverse. Secondo Employer Brand Reasearch 2023 di Randstad nella scelta di un impiego, lo stipendio è fondamentale per la maggior parte dei dipendenti. Sono però davvero pochi gli annunci che lo esplicitano dall’inizio.

PUBBLICITÀ

Il lavoro c’è ma mancano i lavoratori

La ricerca di Reverse ha analizzato gli annunci Linkedin italiani, spagnoli, tedeschi e francesi. Solo il 4% degli annunci comunicano lo stipendio, come in Spagna, in Francia si sale al 6% e in Germania, in base allo studio e agli annunci considerati, nessuno lo comunicherebbe. Questo però cambierà entro il 2026 quando i Paesi Membri dovranno applicare  la direttiva Ue per combattere il fenomeno della disparità salariale, direttiva che oltre a obbligare a informare prima del colloquio sullo stipendio, vieta anche di chiedere ai candidati quanto percepivano nel precedente impiego.

Uno studio di Confartigianato sul mondo del lavoro italiano, di cui ha trattato il Corriere, mostra che in alcuni regioni ci sono molti più lavoratori introvabili. Secondo il report di Confartigianato, tra i motivi di difficoltà del reperimento di lavoratori per il 32,4% è dovuto alla mancanza di candidati e per il 10,8% è legato alla preparazione inadeguata. Secondo il presidente di Confartigianato Marco Granelli: “Siamo al paradosso, il lavoro c’è ma mancano i lavoratori

In poche parole: 

  • Con la nuova direttiva Ue contro la disparità salariale, sarà obbligatorio informare sullo stipendio già prima del colloquio
  • Secondo una ricerca, però, in Italia, attualmente, solo il 4% comunica la Ral e gli stipendi nell’annuncio
  • Intanto, un report di Confartigianato mostra che in alcuni regioni ci sono molti più lavoratori introvabili
  • Molte aziende non riescono a reperire il personale
  • Allo stesso modo molti lavoratori non riescono a trovare impiego.
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Accusato della truffa del finto carabiniere, assolto 39enne di Napoli

Il giudice Giuseppe Ferruccio del tribunale di Salerno ha assolto Vincenzo Oliva, accusato della classica truffa agli anziani. Non è...

Nella stessa categoria