Camorra. Colpo all’Alleanza di Secondigliano, il profilo di Pino ‘o nir: è il figlio di Maria Licciardi

Negli ambienti criminali è conosciuto con l’appellativo di ‘Pino ‘o nir’ ma tutti sanno che la caratura delinquenziale di Giuseppe Musella deriva da altro, dall’essere figlio di Maria Licciardi, sorella del boss Gennaro. Un rampollo di una dinastia che rappresenta il gotha della camorra partenopea, uno dei tre pilastri su cui si fonda l’Alleanza di Secondigliano. Il 47enne, nella ‘black list’ della polizia tra i latitanti più pericolosi, è stato scovato questo pomeriggio dagli agenti della squadra mobile di Napoli e Caserta a Scampia all’interno di un vano appositamente costruito dietro la parete di una stanza da letto nella casa della suocera. Latitante dall’ottobre scorso Musella si era sottratto ad un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli, per i reati di associazione per delinquere, rapina e sequestro di persona.