Covid, la Campania resta zona gialla ma de Luca avverte: “Nessun rilassamento altrimenti…”

La Campania resta zona gialla
La Campania resta zona gialla

De Luca nella sua consueta del venerdì attacca sia Trump che i politici italiani. Trump è stato definito un cafone al potere. Poi il presidente della Regiona ha dato il benvenuto a Biden. Poi l’attacco ai politici italiani dopo la crisi degli ultimi giorni: “Non dobbiamo paragonarci alle nazioni più avanzati ma piuttosto ad un circo”, ha detto De Luca.«Abbiamo assistito ad uno spettacolo nel dibattito al Senato che ha riguardato la fiducia al governo. Se noi volessimo ragionare su quanto visto saremmo obbligati a cadere in depressione nera. Si conferma quello che ripeto da tempo e cioè che la riforma più urgente è quella della riapertura dei manicomi». Così il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in diretta Facebook. Per De Luca il termine di paragone «non può essere quello con le grandi democrazie ma con i circhi equestri, il Cirque du soleil. Ecco, se ci confrontiamo con il Cirque du soleil siamo largamente vincitori». «Abbiamo visto saltimbanchi, acrobati, due giovanotti che erano andati a farsi un giro per Roma e tornati a votare dopo che erano scaduti i termini – ha aggiunto – la Casellati prima ha dichiarato chiuse le votazioni, poi socchiuse, poi riaperte, uno spettacolo meraviglioso».

Sulla questione vaccini 

“Invito il commissario Arcuri a procedere sulla base di una linea di equità e oggettività assoluta, a tutela dei nostri concittadini e nel rispetto di uno sforzo organizzativo enorme compiuto dalla Regione Campania, e che non può essere vanificato. Siamo pronti, in caso contrario, a tutelarci in ogni sede”.Lo sottolinea il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, in merito alla comunicazione che le forniture di vaccini prevista per la Campania il giorno 25 gennaio è stata dimezzata.”E’ indispensabile garantire il completamento dei richiami per i primi vaccinati”, aggiunge. “Noi intendiamo completare la vaccinazione di tutta la popolazione campana entro tutto il 2021, sempre che arrivino tutte le dosi. Stiamo lavorando per attrezzare tutta la Regione di 140 punti.  Entro marzo si inizierà la vaccinazione di massa per i 4 mln e mezzo di cittadini campani”.

La questione scuole

“Il 25 riapriranno le scuole primarie come avevamo previsto, lasciamo la discrezionalità alle Amministrazioni comunali locali. Dal 1 febbraio si parte alle medie e superiori. Era esattamente quello che volevamo. Quindi la sentenza del Tar non cambia nulla. Abbiamo potenziato il trasporto, c’è una situazione buona. C’è la necessità di riprendere le lezioni in presenza ma c’è anche la necessità di contenere l’epidemia. Tra Asl Napoli 1 e Asl Napoli 2 ci sono diversi positivi. Dobbiamo ricostruire la rete dei contatti. 

La Campania resta in zona gialla

“La Campania resta zona gialla, tra le Regioni virtuose. Ma non dobbiamo abbassare la guardia, dobbiamo essere più attenti degli altri. Nessun rilassamento finchè non sarà terminata la campagna di vaccinazione”