18.4 C
Napoli
domenica, Maggio 19, 2024
PUBBLICITÀ

Cannavacciuolo torna nella sua terra, i prezzi del suo nuovo ristorante nel Napoletano

PUBBLICITÀ

Ha aperto il nuovo locale a Vico Equense lo chef Antonio Cannavacciuolo

Il giuramento di Cannavacciuolo diventa realtà

Prima di partire per la sua gavetta nella cucina, Cannavacciulo aveva giurato a se stesso che sarebbe tornato nella sua terra natia. Cannavacciuolo ha deciso di aprire un resort-ristorante a Ticciano, frazione di Vico Equense.

PUBBLICITÀ

Il luogo per l’apertura del ristorante é la terra della sua infanzia della nascita della sua passione per la cucina. A Ticciano il nuovo ristorante che si collega a quello ormai consolidato sul lago piemontese.

Qualche informazione sul nuovo ristorante dello chef

Con Cannavacciuolo in cucina c’è anche un suo fidato collaboratore: Eduardo Buonocore, anche suo grande amico. In cucina ci sarà anche un suo pupillo, Nicola Somma, di Gragnano, che è stato per molti anni con lui a Villa Crespi.

Sulla freschezza del cibo non si può di certo dubitare. In puro stile di Antonino tutto è incentrato sui prodotti locali e sulla produzione propria. «Hanno spazio i prodotti di casa. Intorno al resort ci sono numerosi appezzamenti di terra: quindi avremo le nostre verdure e i nostri ortaggi. Poi, anche il nostro olio. So di poter contare sui miei cugini contadini. Ci appoggeremo a un macellaio del posto per la frollatura della carne. C’è un bel giro di piccoli produttori di formaggi», dichiara lo chef.

Non mancherà lo spazio. Infatti il locale al suo interno ospita quindici tavoli per gli ospiti, qualcuno in più in estate, oltre ad alcuno in esterno. A disposizione degli ospiti anche la piscina privata esterna, che si trova nel giardino del Resort ed sarà riscaldata durante i mesi invernali. Non mancherà anche la cantina dedicata alle degustazioni e all’area benessere.

La personalità dello chef si rispecchia nella sua cucina

Insomma pare che la personalità di Cannavacciuolo si rispecchi completamente in questo ristorante, personalità che non cambia da quella della televisione. Come effettivamente anche lo stesso chef lo afferma: «Macché diverso, io non recito, non so recitare»

Lo chef ci proporrà un’osmosi tra le eccellenze della cucina campana e di quelle della cucina piemontese.

Ma un menù quanto verrà a costare? Lo chef propone due menù uno di 80 euro e uno di 100 euro. 

Per il ristorante di Ticciano Cannavacciuolo ha previsto due menu degustazioni. Il primo si chiama “Ritorno alle origini” e costa 85 € per commensale. Queste le singole portate.

Menu degustazione Ritorno alle origini

– Il benvenuto dello Chef

– Tonno, tonno, tonno

– Raviolo di faraona, zabaione al miso e fior di latte

– Anatra, albicocca, finferli, arancia e liquirizia

– Nocciola condivisa

Il nome dell’altro menu degustazione sembra guardare al passato. Le portate sono 6 per un costo totale di 100 € a persona.

Menu degustazione I sapori di un tempo diverso

– Il benvenuto dello Chef

– Calamaro, salsiccia di vitello e finocchietto

– Gnocco, arachidi, polpo e pollo

– Rombo, vaniglia, friggitelli e pil pil

– Piccione, mango e pannocchie

– Fichi, Provolone del Monaco e tartufo nero

Ovviamente, chi preferisce spaziare può scegliere alla carta. Il menù è composto da 5 antipasti, 5 primi, 3 secondi di pesce, 4 di carne e 5 dessert. Scopriamo quali sono e quanto costano.

PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Buone ragioni per comprare un climatizzatore Daikin

Daikin è di certo uno dei brand più affidabili nel settore dei climatizzatori per uso residenziale. Parliamo, infatti, di...

Nella stessa categoria